Come pulire efficacemente vari ambienti e superfici partendo dall’abc del pulito

Pubblicato il : 08/07/2019 11:35:50
Categorie : Andy Service

Come pulire efficacemente vari ambienti e superfici partendo dall’abc del pulito

Fare pulizia a livello professionale è un’attività che richiede precisione.

Lavorare in questo settore e saper scegliere i migliori prodotti professionali per la pulizia significa avere una formazione e un’informazione dedicate riguardo agli obiettivi, le modalità, le tecniche e i risultati conseguibili relativi anche alla conoscenza dei termini più indicati da utilizzare. Esistono nella nostra lingua espressioni simili che a volte sono usate anche come sinonimi mentre invece è necessario conoscere le differenze. Parliamo soprattutto di tre attività che spesso si sovrappongono non solo nella pratica quotidiana ma anche, erroneamente, nella loro descrizione: pulizia, sanificazione e disinfezione. 

I prodotti per la pulizia dello sporco visibile sono quelli da utilizzare per primi.

“Pulizia” è il termine più vasto e generale per descrivere quelle operazioni da compiere per rimuovere ogni tipo di sporco visibile dovuto a qualsiasi causa: dalla polvere ai liquidi e dal materiale organico al grasso, passando per ogni tipo di sporco. La pulizia si svolge rimuovendo le cause di sporcizia, a mano o meccanicamente con prodotti di più generale applicazione. Ad esempio, tra i prodotti Andy Service troviamo un detergente universale con effetto super bagnante che non ha bisogno di risciacquo ed è indicato per la pulizia, sia a mano sia con macchina lavasciuga, delle superfici dure orizzontali e dei pavimenti. In pratica si tratta di un solo prodotto per la pulizia quotidiana e di fondo. La pulizia, quindi, è l’operazione preliminare necessaria per le due successive fasi di sanificazione e disinfezione.

Intervenire sullo sporco invisibile significa approfondire il livello di pulizia.

Per fare questo parliamo di “sanificazione”, l’intervento che ha per obiettivo l’eliminazione di qualsiasi batterio e agente contaminante che con la semplice pulizia non si riescono a rimuovere del tutto. La sanificazione si ottiene utilizzando detergenti che riportino la situazione microbica entro limiti di igiene funzionale relativi all’uso dell’oggetto da sanificare. Nella gamma dei nostri prodotti ne esistono di diversi per differenti usi, come il detergente igienizzante clorattivo pensato appositamente per la pulizia e la sanificazione di pavimenti, superfici lavabili e sanitari. Un prodotto ideale che sgrassa e igienizza gli ambienti di locali ad alta frequentazione che offre anche un'azione candeggiante sui tessuti ed è idoneo per i piani HACCP.

Un grado ulteriore di pulizia è assicurato dai prodotti professionali per la disinfezione.

Siamo giunti alla disinfezione, cioè all’applicazione di agenti disinfettanti – generalmente di natura chimica, come determinati detergenti, o fisica, come il calore – che riducono, distruggendolo o rendendolo inattivo, il carico microbiologico di oggetti e superfici da trattare. La disinfezione, possibile solo dopo la pulizia accurata come l’abbiamo descritta, pena la sua inefficacia, consente di eliminare i microrganismi patogeni. L’incisività di tale operazione si giustifica con gli obiettivi di pulizia profonda che si vogliono perseguire; nel vasto catalogo che presentiamo online un prodotto in particolare spiega questo concetto. Si tratta dello spray schiumogeno detergente disinfettante a base alcolica che permette una rapida pulizia e disinfezione per superfici e dispositivi in campo medico sanitario.

Come sempre, le parole sono importanti quando esprimono concetti simili ma con evidenti differenze. Possiamo dire in questo caso che anche la lingua richiede la sua giusta pulizia.

Condividi